Benvenuti nell’area dedicata alla consultazione pubblica sul testo preliminare del “Regolamento per la convivenza civile”


Il nuovo regolamento andrà a modificare quello deliberato il 24.01.1925 dal Commissario Prefettizio. Il vecchio testo - più volte integrato da allegati ed ordinanze successive – risultava infatti possedere un impianto normativo in gran parte non più rispondente alle mutate condizioni di vita della cittadinanza di oggi: prescrizioni relative ad attività ormai desuete (e quindi inapplicabili) e assenza di norme che regolamentino, semplifichino e chiariscano situazioni “nuove”, oggi invece scoperte.

Al fine di ovviare a queste problematiche il Comune di Rovereto ha attivato un gruppo di lavoro per la predisposizione di una bozza tecnica di “regolamento per la convivenza civile” avente come «obiettivo primario quello di migliorare la qualità delle relazioni fra cittadini, compenetrando le diverse esigenze dei residenti, di chi lavora o detiene attività economiche entro la città, di chi cerca momenti di svago, … mirando a disciplinare i rapporti di convivenza, semplificando e rendendo più chiare norme che sono spesso distribuite su svariati regolamenti comunali, ... facendo sintesi di norme esistenti».

Se l'obiettivo poteva esserci anche nel regolamento di 90 anni fa, diverso però è l'approccio che non mira in via principale alla sanzione (un tempo preoccupazione prioritaria), ma mira a costruire un nuovo sistema di relazioni rispettoso delle libertà reciproche, eluso il quale vi è “anche” la sanzione.

La bozza del nuovo regolamento, disciplina - nel rispetto dei principi costituzionali e generali dell’ordinamento e delle norme di legge - quanto previsto dal Piano per lo Sviluppo della coesione e del capitale sociale della città di Rovereto ovvero: le misure volte ad assicurare la serena e civile convivenza, prevenendo gli illeciti che possano recare danni o pregiudizi alle persone e regolando il comportamento e le attività dei cittadini all'interno del territorio comunale, al fine di tutelare la tranquillità sociale, la fruibilità ed il corretto uso del suolo pubblico e dei beni comuni, il decoro ambientale, la qualità della vita dei cittadini ed in particolar modo dei soggetti deboli, degli anziani, dei bambini, dei disabili e dei soggetti comunque svantaggiati. Nell'intento di semplificare, snellire ed unificare la disciplina in materia, rispetto al vigente regolamento di polizia urbana (contenente 92 articoli suddivisi in 7 titoli ed integrato da 7 allegati), la bozza del nuovo regolamento si compone di 42 articoli suddivisi in 5 titoli.


Il Comune di Rovereto ha promosso una campagna di partecipazione attiva in materia di “Regolamento per la convivenza civile”.

Dal 28 giugno 2016 al 28 settembre 2016 la consultazione è aperta al contributo di tutti i cittadini, esperti di settore, categorie sociali etc. Registrati al sito e partecipa alla consultazione! Potrai commentare, valutare le proposte e aggiungerne di nuove, arricchendo la discussione.

La registrazione è unica per entrambe le consultazioni "Beni comuni" e "Convivenza civile".


Al termine della fase partecipativa, commenti, proposte e opinioni contribuiranno alla formulazione del testo definitivo del Regolamento.


Per approfondire:

Testo preliminare "Regolamento per la convivenza civile"
FAQ - Come funziona "Convivenza civile a Rovereto"
LA CONSULTAZIONE PUBBLICA È CHIUSA. GRAZIE PER AVER CONTRIBUITO ALLA DISCUSSIONE.